ArtiMarziali

Arti Marziali

Il nostro obiettivo? …educare alla Vita!

La pratica di un'Arte Marziale da parte dei giovani e giovanissimi è finalizzata allo sviluppo completo ed armonico della loro personalità favorendone le iniziative e aiutandoli a conquistare la propria identità. In particolare gli stimoli, proposti gradualmente e in base all’età, sono volti al miglioramento dei seguenti aspetti:

  • sviluppo delle capacità motorie e delle funzioni cognitive, con particolare attenzione al miglioramento della propria consapevolezza corporea e quindi del controllo e della gestione del corpo in movimento nello spazio;
  • sviluppo della propria consapevolezza interiore e della capacità di controllare e gestire la propria emotività (con particolare riguardo, nei giovani, alla componente aggressiva);
  • opportunità di espressione, di socializzazione nonché di confronto;
  • partecipazione attenta e motivata ad un lavoro di gruppo nel pieno rispetto delle regole;
  • lotta alla dispersione scolastica e all’emarginazione, con speciale attenzione all’inserimento nel gruppo di individui portatori di problematiche particolari.

L’allenamento è un insieme di pratiche progettate, programmate e organizzate in funzione di obiettivi sportivi generali e specifici. Esso è il contesto altamente specialistico nel quale si realizza anche un’importante funzione Educativa-Sociale. Il concetto di Educazione è legato a quello di personalità e di socialità, in quanto l’individuo interagisce con altri individui; le Arti Marziali praticate in una determinata ottica, attiva in modo molto efficace, quell’insieme di processi che interessano positivamente tutte le dimensioni della personalità. I Tecnici Sport+ di Arti Marziali sono persone qualificate per la loro Disciplina a 360°: gli studi della propria Arte Marziale e la Passione per l’insegnamento fanno sì che ogni nostro Tecnico diventi un punto di riferimento per ogni suo Allievo.

Tutti i Tecnici Sport+ partecipano agli SMILE CAMP: Camp Estivi all’insegna di Sport, Attività ludico-creative, Aggregazione e Divertimento!

I corsi

Karate Shotokan by Sport+

ll karate è un’arte marziale. I valori morali promossi dagli insegnanti di Karate (Sensei), ti fanno capire il rispetto per gli avversari, sul tatami e nella vita, per rimanere degno sia nella vittoria che nella sconfitta. Allo stesso modo, grazie al codice delle cinture dei colori, il karateka prende coscienza della gerarchia stabilita e dei propri progressi. L’obiettivo principale della pratica non è di vincere ma di esercitarsi assiduamente per plasmare e modellare il carattere.

I nostri Tecnici Federali, abilitati all’insegnamento dalla Fijlkam (l’unica federazione italiana di karate ufficialmente riconosciuta dal Coni e dal Ministero dell’Istruzione), seguono scrupolosamente il programma di educazione motoria ed avviamento allo sport stipulato con il Provveditorato agli Studi, che pone come primo obiettivo la formazione psico-fisica e la socializzazione dei bambini; questo, unito al tradizionale rispetto e all’educazione che da sempre contraddistingue un praticante di Karate rende la nostra scuola una vera “Palestra di Vita”.

Riservato ai bambini dai 3 ai 5 anni della scuola dell’infanzia, prevede attività motoria e giochi di gruppo per sviluppare la coordinazione di base, la velocità di comprensione e di reazione, la socializzazione. Numerosi studi scientifici affermano che la pratica del karate favorisce nei bambini, più di altri sport, un notevole sviluppo dell’intelligenza motoria!
A partire dai 6 anni di età, si completa l’attività motoria con l’inserimento delle gestualità tecniche specifiche del karate. Si sviluppa moltissimo la coordinazione, l’equilibrio fisico e mentale, la socializzazione, il rispetto di sè e degli altri. Tutti gli esercizi sono proposti sotto forma di gioco, senza alcun pericolo di contatto fisico ed in assoluta sicurezza!
Anche l’età critica adolescenziale rappresenta per noi un’assoluta priorità! Tutti concorrono al miglioramento fisico e tecnico, proprio e degli altri, sviluppando un intenso spirito di squadra senza discriminazioni tra “bravi e meno bravi”.
Pratica tradizionale del karate per scoprire gli aspetti più marziali che ci sono stati tramandati dai Maestri giapponesi agli inizi del ‘900, con l’introduzione di tecniche moderne di combattimento, Il corso amatoriale per Adulti (dai 15 anni… ai 105!) è molto vario e divertente, aiuta a riscoprire il benessere e l’equilibrio fisico e mentale, per ridare al corpo elasticità e vigore attraverso la “via del karate”, una filosofia che infonde serenità e autostima.

 

KARATE CONTACT by Sport+

Karate Contact” è uno stile di karate che permette la pratica in completa sicurezza (casco, guanti, parastinchi e parapiedi) delle diverse tecniche di piedi e pugni del karate tradizionale. Si pratica su un tatami e sono autorizzate alcune tecniche come il "Low-Kick". In "Contact Karate" è consentito il K-O anche se non è un obbiettivo primario

La pratica del Full Contact Karate richiede una perfetta condizione fisica perché gli incontri si svolgono a pieno contatto. Fondamentale diventa il footwork e il lavoro di schivata e di spostamento.

"Rispetto al karate tradizionale l'approccio è totalmente diverso! Non c'è modo di fermare l'arbitro e bisogna saper schivare e muoversi per contraccare ” spiega Dominique VALERA, Maestro della federazione francese di karate, 9° dan e fondatore della scuola di karate contact.

Il karate del Maestro Valera e del suo responsabile per l'Europa Maestro Philippe Giaccone è un karate che unisce l'eleganza di una tecnica ben eseguita al pragmatismo del combattimento a contatto, il combattimento è fluido e dinamico e funzionale alla creazione di un corpo forte e sano da atleta.

I Tecnici di queste discipline sono qualificati PGS (Polisportive Giovanili Salesiani) Ente di Promozione Sportiva riconosciuta dal CONI e FIK ( Federazione Italiana Karate)

 

LO SPORTS CHANBARA by Sport+

Chanbara significa letteralmente “combattimento con la spada” e richiama il suono prodotto dal contatto tra le spade utilizzate dai Samurai. Nasce dalle tradizioni militari e dalle arti schermistiche del medioevo giapponese, rese note in tutto il mondo dai guerrieri del Sol Levante. Questi, oltre a conoscere le tecniche di combattimento corpo a corpo, erano addestrati a maneggiare con assoluta perizia vari tipi di armi, quali il Pugnale.

(Tanto), la Spada Corta (Kodachi o Wakizashi), la Spada lunga (Katana), la Lancia (Yari), l’Alabarda (Naginata) o il Bastone (Bo). Prendendo spunto dalle arti marziali giapponesi, che approfondiscono lo studio dell’utilizzo di tali armi, il Maestro giapponese Tetsundo Tanabe, fondatore dell’I.S.C.A. (International Sports Chanbara Association), ha pensato di elaborare una disciplina che consentisse l’utilizzo di tutte queste armi in versione sportiva, tanto che in alcuni paesi viene definito lo “Sport dei Samurai”. In tal senso, lo Sports Chanbara è uno sport moderno, attento al miglioramento psicomotorio ed alla sicurezza dei praticanti che, raccogliendo tutti gli aspetti tecnico-tattici delle altre discipline schermistiche orientali, ma anche di quelle occidentali, ne privilegia il profilo dello sport e del gioco. L’utilizzo della spada è infatti diffuso in tutto il mondo fin dai tempi più antichi, ma gli stili utilizzati sono differenti. Lo Sports Chanbara, attraverso l’utilizzo di un attrezzo leggero che quindi non comporta la necessità di tutelare il corpo con ingombranti e pesanti protezioni, consente agli “spadaccini” di tutto il mondo di confrontarsi divertendosi attraverso la pratica di uno sport moderno caratterizzato da azioni estremamente veloci e pertanto altamente spettacolari. Questa disciplina, che praticata ad alti livelli comporta l’esigenza di un intenso allenamento tecnico e fisico, ha regole molto semplici e l’incontro agonistico rappresenta un duello. Infatti, così come nel duello reale chi colpiva per primo l’avversario otteneva la vittoria, uccidendolo, nello Sports Chanbara chi colpisce l’avversario ottiene il punto, vincendo il combattimento.

Le specialità

combattimento con Spada Corta ad una mano
combattimento con Spada Lunga ad una o due mani
combattimento con Spada Lunga obbligatorio a due mani
combattimento con Spada Lunga e Spada Corta / o doppia Spada Corta per bambini
combattimento con Spada Corta e Scudo
combattimento con Spada Lunga e Scudo

 

LO SPORT NUNCHAKU by Sport+

Lo Sport Nunchaku è una disciplina rappresentata nel nostro paese dalla NIA Italia è una pratica adatta a tutti , ideata per promuovere lo studio del nunchaku sportivo in sicurezza approfondendone ogni aspetto dallo studio delle forme tradizionali, al maneggio free style al combattimento.

Le specialità

Un kata è quando esegui le tecniche di base del nunchaku arrangiate in danza come mosse, il più fluente e perfetto possibile. Queste tecniche sono rivolte a un avversario immaginario. Lo scopo di un kata è quello di ottenere una migliore comprensione delle tecniche. Studiare un kata non significa solo apprendere le tecniche, ma anche come eseguire correttamente una tecnica. Molti dei kata che pratichiamo provengono dagli stili francesi e olandesi di Nunchaku.
Il nunchaku freestyle è un modo più visivamente sbalorditivo, piuttosto che combattivo. Le gare di freestyle sono basate e giudicate secondo l'abilità del maneggio e le capacità atletiche dell'atleta
Anche all'interno del nunchaku sportivo c'è la specialità del "Nunchaku Combat". I due concorrenti stanno in piedi e combattono l'uno di fronte all'altro indossando caschi protettivi di sicurezza e protezioni, per combattimenti dinamici sicuro e soprattutto divertenti.

 

Judo e Ju Jitzu by Sport+

I corsi di Judo e Ji Jitzu sono tenuti da Tecnici FIJLKAM (Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali), l’offerta didattica per i settori giovanili (bambini – fanciulli – ragazzi – esordienti) è in accordo con i programmi di avviamento allo Judo della Federazione e tutti i corsi sono tenuti da docenti in possesso della qualifica di insegnamento federale, indice di alta professionalità. Gli insegnanti aiutano i loro giovani allievi ad apprendere i valori dello Judo così come i fondamenti delle tecniche. Le lezioni sono principalmente basate su attività ludico-ricreative che, oltre ad essere una vera e propria scuola di vita, guidano il bambino alla scoperta di se stesso e del mondo, favoriscono la socializzazione con i pari e con gli adulti significativi.

Praticare Judo, dunque, significa star bene con se stessi, conoscere il proprio corpo, esplorare lo spazio, comunicare e relazionarsi con gli altri in modo adeguato ed efficace, collaborare e condividere esperienze ed obiettivi, apprendere la capacità di modulare e controllare le proprie emozioni e il proprio comportamento (autocontrollo).

A livello motorio lo Judo sviluppa ed affina la coordinazione dinamica generale ed oculo-manuale e l’equilibrio, così come consente di acquisire una perfetta padronanza degli schemi motori e posturali in continuo adattamento alle variabili spaziali e temporali.

Elemento basilare nell’apprendimento dello judo è imparare a cadere, e, conseguentemente, a rialzarsi senza farsi male. Infatti prima delle tecniche di combattimento si devono studiare le cadute: all’indietro, sul fianco e in avanti. Imparare le cadute è fondamentale per tutti: saper cadere dà sicurezza in qualsiasi momento della vita, sia praticamente, proteggendo il corpo, salvaguardandolo da danni e traumi, sia mentalmente rafforzando la capacità di controllo e di equilibrio.

 

La Kick Boxing by Sport+

Tecnici abilitatiASC ( Ente di promozione Sportiva riconosciuta dal CONI)

La Kick Boxing è uno sport da combattimento che trova le sue origini in Giappone, da dove poi si è diffuso fino ad arrivare negli USA.

Quando si pensa alla Kick Boxing si immagina subito un ring, un arbitro e due atleti che “se le danno di santa ragione” per mandare al tappeto l’avversario.

In realtà, la Kick Boxing comprende diverse specialità che si differenziano a seconda dell’intensità del contatto – Semi Contact, Light Contact, Kick Light, Full Contact, Low Kick di cui solo le ultime due prevedono un contatto pieno. Inoltre è uno sport che si svolge in estrema sicurezza e garantisce molteplici benefici sia dal punto di vista fisico che psicologico.

L’allenamento a contatto leggero, in particolare, è adatto proprio a tutti, anche e soprattutto ai bambini, sia maschietti che femminucce, che ne ricevono notevoli vantaggi: li aiuta a vincere timidezza e paura e a sentirsi più sicuri, migliora la coordinazione e allunga i muscoli in maniera rapida ed efficace, permette di incanalare la loro energia facendoli divertire con la giusta disciplina.

Nonostante le sue tecniche siano basate su calci e pugni, la Kick Boxing è un’attività che non prevede nessuno sfogo di aggressività incontrollata. Non va assolutamente intesa come educazione alla violenza, bensì come valido mezzo di trasmissione di sani valori.

 

Il Tai Chi Chuan (Ginnastica Dolce Cinese di Lunga Vita) by Sport+

Il Tai-Chi-Chuan è un’antica arte marziale cinese e la sua pratica ha tanti benefici per il corpo e la mente. Oltre a regalare un senso di pace e migliorare la concentrazione, migliora anche l’elasticità del corpo, l’equilibrio e potenzia il tono muscolare, inoltre, la pratica costante e consapevole del tai-chi-chuan ha uno scopo terapeutico perché migliora la salute e rende l’organismo più resistente di fronte alle malattie. Infatti, è per questo motivo che il governo cinese ne incoraggia e diffonde la pratica a partire dagli anni ’50.
Infatti, dal 1999, la Giornata Mondiale del Tai Chi Chuan , The World Tai Chi Day, è stata riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Salute (OMS) e dall’ONU. Si celebra l’ultimo sabato di aprile di ogni anno. Con una pratica costante, è possibile avvertire il flusso dell’energia interna (Qi 氣), convertirla in forza interna (Jing 勁) e utilizzarla per generare più energia interna. Questo processo porta ad uno stato mentale più equilibrato, La caratteristica unica del Tai Chi è che costruisce la forza dall’interno, quindi può essere praticato a qualsiasi età.

 

Difesa Personale MGA (Metodo globale Autodifesa)

Il Metodo Globale Autodifesa è una pratica aperta a tutti, dal principiante all’esperto nelle Arti Marziali. È una disciplina preparatoria per fronteggiare un’eventuale aggressione in cui la gestione della distanza e l’apprendimento di tecniche efficaci sono elementi chiave. Lo scopo dell’autodifesa è quello di sapersi proteggere ma sempre con uno spirito civico e nel pieno rispetto delle leggi italiane sulla legittima difesa. I corsi di autodifesa ti insegnano a reagire a diverse attacchi (frontali, laterali, da dietro) ma anche agli assalti (spinte, strangolamenti, ecc.). Infine uno degli elementi maggiori di questa disciplina è l’apprendimento dell’autostima.

Lo staff

Nome Specializzazione
Mary Amato
responsabile sezione Arti Marziali
Insegnante Tecnico di karate 4° Dan
Insegnante Tecnico di Difesa Personale (MGA)
Insegnante Tecnico di Tai Chi Chuan stile FU
Animatrice Sportiva in varie Scuole e Centri Estivi Sport+
Operatrice Laica autorizzata all’utilizzo del Defibrillatore
Massimiliano Andreani
responsabile sezione Arti Marziali
Insegnante Tecnico di karate 5° Dan
Insegnante Tecnico di Karate Contact
Insegnante Tecnico Sport Chanbara
Insegnante Tecnico Spada Giapponese e Kobudo
Animatore Sportivo in varie Scuole e Centri Estivi Sport+
Operatore Laico autorizzato all’utilizzo del Defibrillatore
Daniele Pellegatta Insegnante Tecnico di Judo 5° Dan
Insegnante Tecnico di Ju Jitzu 3° Dan
Operatore Laico autorizzato all’utilizzo del Defibrillatore
Tommaso Gianni Insegnante Tecnico di Kick Boxing
Operatore Laico autorizzato all’utilizzo del Defibrillatore
Andrea Lamanna Insegnante Tecnico di Chanbara 1° Dan
Operatore Laico autorizzato all’utilizzo del Defibrillatore
Federico Peri Insegnante Tecnico di Chanbara 1° Dan
Operatore Laico autorizzato all’utilizzo del Defibrillatore
Stefano Enea Insegnante Tecnico di Nunchaku NIA Italia
Operatore Laico autorizzato all’utilizzo del Defibrillatore
Franco Abbruzzese Insegnante Tecnico 3° livello MGA (Metodo Globale Autodifesa)
Maestro di karate 5° Dan
Insegnante Tecnico di Tai Chi Chuan